Per bambini con problemi sensoriali e/o di sviluppo cognitivo.

E’ un’attività studiata per bambini con problemi sensoriali e/o di sviluppo cognitivo come nel caso dell’autismo.  L’acqua diventa il mediatore delle relazioni sia con l’istruttore che con gli altri ragazzi del gruppo anche attraverso il contatto fisico. In questo modo si migliorano le capacità relazionali, percettive e di equilibrio.
L’acqua contribuisce a facilitare qualsiasi movimento delle parti immerse, in quanto

facilita il rilassamento, reduce la forza di gravità, induce ad una maggiore consapevolezza del proprio corpo e consente una forte interazione con l’istruttore e con gli altri bambini, dato che è in grado di ridurre le distanze relazionali. La persona trova nella acquaticità stimoli ed informazioni utili a migliorare processi cognitivi e riequilibri emotivo-affettivi.