Centro Autismo l’Abbraccio

Il Centro Autismo gestito dalla Cooperativa Sociale l’Abbraccio accoglie bambini e bambine, tra i 2 e i 9 anni, che hanno una diagnosi di Disturbo Generalizzato dello Sviluppo e di Spettro Autistico. L’équipe professionale del Centro fa riferimento a un approccio di tipo cognitivo-comportamentale, programmando le attività individuali secondo i principi del metodo ABA, e definisce per ogni ospite percorsi di abilitazione individualizzati.

 

Cos’è l’autismo

L’autismo è un disturbo caratterizzato da una compromissione dell’interazione sociale e da un deficit della comunicazione verbale e non verbale. La certezza della diagnosi si ha spesso entro i trenta mesi di vita, ma alcuni segni possono essere notati dai genitori nei primi due anni di vita. Le cause che si tratti di una combinazione tra cause neurobiologiche costituzionali e altre psicoambientali acquisite. Data la varietà di sintomatologie e la complessità nel fornirne una definizione clinica coerente e unitaria, si parla di Disturbi dello Spettro Autistico (ASD, Autistic Spectrum Disorders), comprendendo in questa definizione diverse patologie o sindromi che ricordano le caratteristiche comportamentali proprie del soggetto autistico.

Individuare i segni dell’autismo

I sintomi dell’autismo più semplici da riconoscere riguardano le difficoltà di linguaggio, di comunicazione e di contatto emotivo con genitori e coetanei. La diagnosi può risultare difficile, le sfumature e i quadri di presentazione possono, infatti, essere molto diversi. Gli aspetti più importanti da considerare in un soggetto di 2 o 3 anni sono:

  • presenza dello sguardo laterale (difficoltà, cioè, ad agganciare lo sguardo di chi parla);
  • movimento di mani e piedi in modo a-finalistico, senza scopo apparente;
  • ripetitività dell’esecuzione di alcune attività;
  • difficoltà a stare con altri bambini;
  • impressione di sordità o difficoltà visive;
  • difficoltà di apprendimento;
  • opposizione ai cambiamenti;
  • mancanza di sorriso e di mimica;
  • iperattività fisica accentuata;
  • attaccamento inappropriato agli oggetti;
  • atteggiamento fisico rigido.

Sostieni un bambino affetto da autismo

GLI INTERVENTI DEL CENTRO

ABA – Analisi del comportameno applicata

Gli interventi cognitivo comportamentali vengono programmati seguendo i principi guida dell’ Analisi del Comportamento Applicata, conosciuta come metodo ABA (Applied Behaviour Analysis).

Terapia cognitivo comportamentale

Interventi psico-educativi strutturati, che si basano sull’osservazione e su un’attenta analisi dei disturbi del comportamento e che hanno come finalità lo sviluppo di capacità comunicative, sociali e di apprendimento.

Comunicazione Aumentativa Alternativa

La CAA comprende diverse metodologie il cui obiettivo è quello di fornire un sistema di comunicazione efficace a coloro che presentano forme di disturbo dello sviluppo del linguaggio. Nel caso della comunicazione aumentativa gli strumenti integrano l’uso del linguaggio; in quello della comunicazione alternativa, invece, lo sostituiscono.

SERVIZI

Accoglienza e consulenza

È attivo un servizio di accoglienza e di consulenza per le famiglie, che si occupa di ascoltarne le esigenze e dare informazioni utili alla gestione delle difficoltà quotidiane.

Abaccadueò

Progetto pilota in cui si coniugano i principi del metodo ABA con i vantaggi degli esercizi in acqua e della psicomotricità dei bambini. Ognuno di loro viene seguito da un/a terapista, mentre il piccolo gruppo da un/a psicomotricista.

Empowerment delle abilità sociali

Progetto pilota che propone percorsi focalizzati sull’apprendimento di abilità comunicative e sociali in contesti semi-strutturati o non strutturati.

Sviluppo delle autonomie

Percorsi personalizzati, finalizzati a permettere al bambino di acquisire un buon livello di autonomia nella gestione della propria routine quotidiana.